Home / Marketing / Fake News: cosa sono e come riconoscerle

Fake News: cosa sono e come riconoscerle

fake news

Da qualche tempo un nuovo termine è sulla bocca di tutti: “fake news” ovvero “notizie false”. Su Facebook se ne leggono a centinaia ogni giorno e il web è una costante fornace di contenuti inventati. Ma come si riconoscono? E come ci si difende?

Fake news: chi sono le fonti?

Melissa Zimdars, docente di comunicazione al Merrimack College, descrive le fonti delle fake news come testate (se così possiamo chiamarle) che “inventano del tutto le informazioni, disseminano contenuti ingannevoli e distorcono in maniera esagerata le notizie vere”.  Ma cosa è cambiato rispetto al passato? Internet.

Se è vero che le bugie sono sempre esistite, oggi, con l’evoluzione del “giornalismo di rete” e del web 2.0, chiunque può diventare un creatore di contenuti. Aprire un sito e iniziare a scrivere è alla portata di tutti. Paul Horner, noto autore di notizie false, ha rivelato al Washington Post che si può arrivare a guadagnare fino a 10.000 dollari con le fake news. Un risultato incredibile che fa leva su due elementi: capacità di impressionare l’utente e poco tempo nell’approfondire di quest’ultimo.

Come si crea una fake news?

Gli ingredienti sono semplici e il risultato, se ben confezionato, è immediato. Solitamente le fake news cavalcano l’onda del populismo elaborando i fatti di cronaca più recenti e creando titoli sensazionalistici per portare l’utente al click.

Ti sarà capitato di vedere su Facebook articoli dall’incipit: “SVEGLIA”, “ECCO COSA È SUCCESSO A…”, “CONDIVIDI PRIMA CHE LO CANCELLINO”, “NESSUNO TI DICE CHE”. Solitamente il testo è accompagnato da una immagine d’impatto e il gioco è fatto: sei davanti ad una bufala ben confezionata.

Basta propagare la fake news sui giusti canali e il risultato arriva in poco tempo. Inoltre, se si vuole raggiungere un’audience ancora più elevata, basta fare delle piccole campagne promozionali e la cassa di risonanza aumenta vertiginosamente

Come combattere le fake news?

Smascherare le fake news è semplice e basta avere gli occhi ben aperti su quello che stai per leggere e/o condividere. Ecco 5 consigli per aiutarti a non cadere in queste trappole informative:

Controlla la URL e il nome della testata

Molte volte l’inganno e sotto i nostri occhi e non ce ne accorgiamo. L’indirizzo URL potrebbe rivelarci molto sulla fonte della notizia e, se sei davanti a cose come “la gazzetta della sera” o “il fato quotidiano” hai già svelato l’inganno

Cerca su Google il nome dell’autore o della fonte

Se hai dubbi su quanto stai leggendo fai una ricerca su Google a proposito dell’autore o della stessa testata. Vedrai che se si tratta di una fake news (o di una fake fonte) molti altri utenti avranno già segnalato l’inganno!

Controlla le dichiarazioni contenute

Come abbiamo detto sopra molte fake news si basano su sentimenti legati alla politica riportando dichiarazioni false di esponenti. Ti basterà selezionare la frase pronunciata, cercarla su Google e capire quanto sia vera.

Controlla la sezione “chi siamo” del sito

Molte volte le fonti che si prendono la briga di creare “fake news” sono siti satirici (un esempio è Lercio.it). Fai sempre un controllo nella sezione “chi siamo” per vedere se è dichiarato fin da subito l’intento dell’editore.

Scegli i tuoi partner con attenzione!

L’attendibilità delle fonti è fondamentale quando si fa ADV e brand content. Una fake news può portare al sorriso, ma anche ad un danno importante per il tuo brand se condivisa senza pensarci due volte. Ecco perché il nostro obiettivo è quello di scegliere editori professionali e riconosciuti come affidabili.

 

About Antonella Caliandro

Direttore Marketing di AdKaora, da sempre appassionata di digitale, lo sono diventata presto anche di mobile e di tutto quello che di innovativo può sconvolgere gli scenari.

Check Also

Mercato dei Media in Italia: TV centrico e internet al 30%

Italia: un paese TV centrico, ma internet arriva a valere il 30% Analizzando i dati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

---------------------------------------------------------------------------------------------- Tracking Code: Standard (Asynchronous) ----------------------------------------------------------------------------------------------