Home / Mobile / Meglio un’app o sito mobile?

Meglio un’app o sito mobile?

mobile o app

La notizia è ormai nota a tutti, Google ha deciso: i siti mobile avranno un vantaggio in termini di posizionamento. Il ragionamento che fa Mountain View è semplice, cristallino, elementare: io devo restituire il miglior risultato possibile agli utenti. E un sito ottimizzato per il mobile risponde a questa esigenza, soprattutto oggi che la navigazione su dispositivi come smartphone e tablet è diventata la normalità.

Quindi largo ai vantaggi per chi lavora in questa direzione, non solo in termini di posizionamento: anche nella serp l’etichetta “mobile-friendly” aiuta l’utente a individuare i contenuti capaci di adattarsi al dispositivo. Niente sorprese, niente pasticci con le dita e click indesiderati: il futuro del web è responsive.

Ma c’è un’alternativa: mobile app

Esatto. Mentre il sito web ottimizzato per il mobile sembra guadagnare punti giorno dopo giorno, l’alternativa fa sentire la sua presenza: le mobile app possono minare il predominio dei siti web e diventare l’alternativa inaspettata al classico portale raggiungibile attraverso click e ricerche. Ecco cosa puoi ottenere grazie all’uso delle app:

  • Maggior engagement: alcune ricerche suggeriscono che gli utenti che usano le app presentano un coinvolgimento maggiore rispetto a quello manifestato nei confronti di un sito web (2,4 impressioni in più di media).
  • Non è indispensabile la connessione, e nel nostro paese questo può essere ancora un punto a favore di chi si può muovere offline.
  • Si integrano perfettamente con il supporto nativo, riescono a creare un’esperienza unica per l’utente sfruttando geolocalizzazione, foto, audio, video.
  • Nonostante gli sforzi di un sito web, l’app è ancora la soluzione ideale per la mobile experience. Nata per il mobile, studiata per il mobile: non ci sono soluzioni migliori.

Uno dei grandi vantaggi delle app è la possibilità di instaurare un rapporto one to one con l’utente grazie alle notifiche, ovvero un segnale per avvisare che c’è qualcosa di nuovo da verificare. C’è bisogno della tua attenzione qui. Nel 74% dei casi le notifiche vengono lasciate attive, ma devono essere gestite con cura altrimenti rischi di allontanare il pubblico: l’eccesso di notifiche è uno degli errori da evitare.

Al centro di questo scontro titanico tra app e siti web ci sono i contenuti. L’azienda ha un compito ben preciso: creare e distribuire i contenuti che, allo stesso modo, devono raggiungere un altro step. Ovvero coinvolgere gli utenti. La scelta del contenitore può essere significativa. Anzi, può fare la differenza.

Ci sono anche gli svantaggi

Le app hanno dei vantaggi che difficilmente un sito web può eguagliare. Ma è giusto definire anche il rovescio della medaglia. In primo luogo le app devono essere installate e poi usate, il sito web è immediatamente disponibile per qualsiasi piattaforma e non c’è differenza tra Apple, Android o altro. Si clicca e si naviga.

Inoltre i contenuti di un sito web hanno un aspetto positivo che le app non possono eguagliare in nessun modo: i contenuti sono facili da trovare. Dove? Sui social e sui motori di ricerca. Quello che pubblico su un sito web può essere scansionato e indicizzato da Google, può sfruttare la viralità dei social ed entrare in circuiti virtuosi. Da non dimenticare la possibilità di cancellare l’app dal telefonino. Quando avviene è difficile tornare indietro. Il sito web, invece è sempre disponibile.

C’è un vantaggio non indifferente che pochi calcolano in un primo momento (ma si fa sentire): un sito web è mediamente più economico di un’app che ha bisogno di maggiori risorse per essere sviluppata sia in termini di costi che di tempo. Senza dimenticare supporto e sviluppo, elementi che incidono sul prezzo finale delle app.

Quindi meglio un’app o sito mobile?

La risposta è semplice: dipende da quello che devi fare, dal pubblico che devi raggiungere, ma soprattutto dai contenuti che devi veicolare. Lavorare nel content marketing vuol dire anche valutare gli strumenti: c’è una toolbox a disposizione che ci permette di variare e ottimizzare il messaggio in base agli obiettivi, alla necessità di puntare su un posizionamento o sull’engagement. Ecco qualche riferimento utile preso sempre dall’infografica di MDG.

Vuoi puntare esclusivamente sui contenuti? Meglio un sito web. Vuoi creare interazione, vuoi creare un’esperienza legata al gioco (Ruzzle sarebbe stata la stessa cosa in versione sito web?), vuoi sfruttare le risorse interne del telefonino come la fotocamera, vuoi che i tuoi contenuti siano disponibili anche offline? L’app potrebbe essere la scelta.

Il motivo è semplice: con un’app puoi offrire un’esperienza diversa dal sito mobile. Puoi offrire una user experience con un impatto diverso rispetto a un blog o a un portale con design responsive: questo perché puoi sfruttare contenuti differenti capaci di creare un coinvolgimento (anche grazie alle notifiche) sconosciuto a un normale sito web.

Ma la soluzione definitiva non esiste

Anzi, in molte situazioni si cerca di lavorare su due fronti differenti, ovvero su sito web e mobile app, con tempi e modi differenti. Alla base c’è sempre una strategia, niente si muove a caso. Soprattutto in questo campo.

About riccardo.esposito

Sono un webwriter freelance, aiuto le aziende e gli imprenditori a comunicare online. Mi occupo di nuove tecnologie, social media, scrittura online. Il mio motto? Il mio regno per un post.

Check Also

samsung galaxy note 8 caratteristiche

Samsung Galaxy Note 8: caratteristiche e novità per chi fa ADV

Dal 15 settembre sarà disponibile il nuovo Samsung Galaxy Note 8: schermo ampio, doppia fotocamera, …

4 commenti

  1. Il problema è quando un’azienda decide di avere un sito web e una app. Solo che le persone che gestiscono la app non sono in grado di farlo per mancanza di competenze. In questo modo però il divario tra app e sito si apre a dismisura come una baratro. Ed allora la figura che l’azienda fa agli occhi dei suoi clienti e fornitori, non è delle più edificanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *