Home / Marketing / Snapchat per il business, tra marketing e social

Snapchat per il business, tra marketing e social

snapchat

Il social media marketing ai tempi di Snapchat. Tutto è in divenire e il mobile può portare sempre nuova aria fresca, come nel caso di applicazioni che prendono sempre più piede. Come in questo caso, ossia un servizio di messaggistica istantanea per smartphone e tablet (disponibile su iOS e Android). Per farla ancora più breve, non è molto distante dai più conosciuti WhatsApp o Telegram. Ma il meccanismo è molto diverso. E quindi…

Cos’è Snapchat e come funziona?

Nella realtà dei fatti, Snapchat è un po’ social network, un po’ blog e un po’ messaggistica. Una sorta di chimera digitale, in fondo. L’utente può condividere con chi lo segue foto e video – incluso l’editing con scritte, disegni e altre diavolerie – da 1 a 10 secondi massimo. Il tutto con una data di scadenza: ogni snap può infatti essere visto “al volo” e autodistruggersi subito dopo. Oppure rimanere ancorato nelle “Storie”, una sorta di feed dove appunto foto o video possono essere visti innumerevoli volte, per un massimo di 24 ore. Siamo nell’era del “tutto e subito”, non c’è da stupirsi dell’incredibile successo di questa applicazione. La dinamica è tutti contro tutti. O meglio: si può inviare uno snap al mondo oppure iniziare a messaggiare attraverso foto e video con una particolare persona.

I numeri di Snapchat

Sottolineo subito una cosa: Snapchat è in crescita costante soprattutto in America. Anzi, sta facendo proprio il botto. E il business se n’è accorto. Nel report Edison Research and Triton Digital è emerso che Snapchat si è già posizionato al quarto posto nella classifica “Social Media Brand Usage”, subito dopo Facebook, Instagram e Pinterest. Insomma, è cresciuto più Snapchat nel 2015 che Twitter negli ultimi quattro anni.

Snapchat

E ancora: al momento in America Snapchat è il secondo “social” preferito dagli utenti, subito alle spalle di Facebook, che rimane una garanzia, sebbene abbia perso qualche punto percentuale.

 

snapchat

Detto questo, il numero degli utenti attivi di Snapchat al Mondo è di circa 200 milioni, con oltre 400 milioni di snap inviati quotidianamente e una media della permanenza sull’app che si aggira tra i 25 e i 30 minuti al giorno.

E in Italia? Secondo la ricerca Audiweb con Nielsen a marzo 2015 erano 256.000 utenti gli utenti attivi al mese (+ 134.000 rispetto al 2014). Nel 2016 i numeri si alzano: secondo Vincenzo Cosenza, l’audience italiana è di circa 600.000 persone, con un utilizzo di circa 2 ore e mezza al giorno. Sono numeri interessanti, assolutamente, ma qual è…

Il target di Snapchat?

Possiamo dire che il target di Snapchat è quello dei Millennials, ossia indicativamente le persone nate tra gli anni ’80 e i 2000. Ma c’è un grosso MA. ComScore ha fatto i conti più precisi: il 46,8% degli utenti di Snapchat ha tra i 18 (ma anche 13) e i 24 anni. Solo il 29.2% è rappresentato successivamente dalla fascia d’età 25-34. È un servizio giovane, per i più giovani, insomma. E lo ammetto: da 33enne quale io sono, la prima volta che ho installato l’applicazione non ci ho capito nulla. Fortunatamente è anche raccapezzarcisi, successivamente.

Snapchat

 

Best practice su Snapchat

Come dicevo, questa applicazione va forte in America. E moltissimi brand hanno già iniziato a costruire strategie ad hoc per Snapchat.

Taco Bell, per esempio, l’ha utilizzato per il lancio del “Beefy Crunch Burrito”: chi aggiungeva il profilo dell’azienda riceveva uno snap personalizzato segreto, che naturalmente raffigurava il panino. Acura ha dato la possibilità ai primi 100 mila followers di vedere in anteprima il nuovo prototipo della NSX, con un teaser del video che sarebbe andato online successivamente su Instagram, Facebook e Youtube. Wet Seal ha osato anche di più: ha dato in mano il proprio profilo a una blogger di 16 anni, per due giorni. Risultato: 9.000 followers in più e 6.000 views sulle “storie” di 48 ore. In Italia si sono mossi aziende come X Factor, MTV Italia, Smemoranda e Grande Fratello. Che a dire il vero possono essere molto in linea con il target di poc’anzi.

Perché e come un brand può utilizzare Snapchat?

Qualsiasi business deve fare i conti con due principali domande: qual è il proprio target e quali sono gli obiettivi della campagna/strategia. Una volta individuate e definite le risposte, sicuramente Snapchat può diventare uno strumento efficace da utilizzare per la propria strategia social.

Parlo di diversi campi applicativi, in quanto l’app permette di realizzare:

  • Concorsi e contest: occhio però che la normativa italiana al riguardo è parecchio “fastidiosa”. In America ci sono meno vincoli, mentre da noi si gioca alla burocrazia spinta.
  • Coupon: al posto dei contest, perché non un “buono sconto”?
  • Lanci prodotto: come nel caso di Taco Bell, i prodotti possono essere lanciati in maniera intelligente, puntando sull’engagement e il passaparola.
  • Video e Live: che siano backstage, trailer o teaser, immaginiamo un canale che riveli più di altri certe scene. Anche durante gli eventi. Anzi, soprattutto durante gli eventi!

Al di là di tutto, un ultimo consiglio: il segreto rimane nella crossmedialità. Aprire un canale Snapchat senza supporto di altri social o attività speciali (blogging, comunicati stampa, news) dove diffondere l’iniziativa è come aspettare un autobus nel cuore della notte… senza sapere se è ancora attiva la linea.

Ora non resta altro che sperimentare.

About matteo.bianconi

Copywriter, giornalista, social media strategist. Ma anche divoratore di libri, persecutore di parole e cine-innamorato. Laureato in Sociologia e specializzato in Marketing e Comunicazione, scrive di società e web da 10 anni.

Check Also

chatbot

Chatbot: cosa sono e come usarli nel tuo business

Mettiamo da parte auto volanti e tute spaziali. Il futuro (ma anche il presente) della …

2 commenti

  1. Bel pezzo.Io ci credo molto, ma è verissimo che funziona bene solo se in sinergia con gli altri canali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *