Home / Mobile / Mobile Programmatic Buying: settare la campagna

Mobile Programmatic Buying: settare la campagna

programmatic mobile buying

Istruzioni d’uso per gli inserzionisti – Seconda Parte

L’obiettivo di questa serie di post è far comprendere come sfruttare al meglio il potenziale della pubblicità mobile, nel precedente articolo abbiamo dato uno sguardo di insieme al Mobile Programmatic Buying, ora ci concentreremo su come settare la campagna su una piattaforma DSP come Haka Mobile e di come integrare i sistemi di tracciamento.

Checklist per una buona campagna programmatic mobile su Haka Mobile

  1. Prima di attivare la campagna assicurati di avere chiaro qual è l’obiettivo. Devi generare lead, fare scaricare un’app o è sufficiente un click sul prodotto?
  2. Hai controllato che la landing page sia full responsive? L’accessibilità è essenziale per portare i tuoi utenti all’engagement e convertire.
  3. Che tipo di accordo hai stretto? Si tratta di un private market place? Quindi inserisci un token per comprare in un’asta chiusa con un exchange/editore? Oppure è un’asta aperta?
  4. Setta il tuo bid massimo e decidi se comprare in CPM o CPC. Ricordati che puoi settare l’obiettivo di campagna basato anche su una particolare conversione.
  5. Hai dati di precedenti campagne? Aggiungili con un bulk upload alla tua campagna per ottimizzarla. Da un lato puoi escludere quelli già convertiti o attuare strategie di re-engagement.
  6. Setta i frequency caps a 6 per utente per giorno, se non converti entro i 6 riguarda i formati, le creatività
  7. Seleziona il tuo target. Puoi targettizzare per geo-location utilizzando le coordinate GPS inserire lingua, tipo di device, black list, interessi basati sul contenuto, età e sesso.

3 Cose da ricordare sull’ottimizzazione

Dopo 3-4 giorni di erogazione della campagna cominciano le ottimizzazioni. Ecco la checklist dei nostri trafficker di AdKaora.

  1. Molte volte è bene partire con un A/B test di creatività e dopo 3-4 giorni che la campagna è live puoi valutare le performance e scegliere la soluzione migliore.
  2. Pacing della campagna. Controlla quante impression in media servono per convertire l’utente e confrontalo con il frequency cap inserito. Il timing orario delle impression va bene? Cosa succederebbe se erogassi solo la sera dopo le 20:00?
  3. Escludi gli exchange che danno poche performance. Puoi addirittura controllare l’erogazione di budget per exchange. Se ti accorgi che un exchange sta prendendo tutto il budget, puoi settare delle impostazioni che limitino il cap giornaliero di budget per quell’exchange e livellare l’erogazione. Quando mancano 5 giorni alla fine del flight, togli i limiti di impression erogate al giorno ed eventuali cap che avevi settato per l’ottimizzazione e compra anche alzando il prezzo d’asta massimo. L’algoritmo lavora ed impara dai dati degli utenti e di campagna e più la campagna eroga, più la DSP ha modo di ottimizzare l’erogazione, ma mi raccomando, ricordati di mantenere il budget di campagna invariato per l’intera durata del flight.

Il tracciamento perfetto

La piattaforma Haka Mobile è integrata con i principali sistemi di tracciamento come Kochava, AppsFlyer, Mobile App Tracking, HasOffers. Tutte queste piattaforme possono dare una miriade di informazioni sugli eventi dell’utente che possono certamente rendere più accessibili i KPI prefissati, ma solo un buon programmatic specialist sa quali sono quelle rilevanti ed ottimizza la campagna in DSP secondo quei criteri specifici.

Ecco perché dietro una piattaforma, c’è sempre un team di esperti, e sono molto fiero di confermare le competenze del team di supporto di AdKaora e siamo a tua disposizione per gestire al meglio le tue campagne.

Nel prossimo post analizzeremo come gestire i dati nelle campagne programmatic e come l’ambiente cookies (msite)  VS in App.

About riccardo.guggiola

Check Also

samsung galaxy note 8 caratteristiche

Samsung Galaxy Note 8: caratteristiche e novità per chi fa ADV

Dal 15 settembre sarà disponibile il nuovo Samsung Galaxy Note 8: schermo ampio, doppia fotocamera, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *