Home / Digital Marketing / WiFi sugli aerei, oggi e nel futuro

WiFi sugli aerei, oggi e nel futuro

wifi aereo

Le autorità federali degli Stati Uniti d’America hanno deciso di dare l’assenso al possibile utilizzo di cellulari durante il volo utilizzando reti wifi. Dal punto di vista tecnico, è possibile farlo, l’importante è che le compagnie aeree siano attrezzate in modo adeguato. Le compagnie possono comunque decidere se approfittare o meno di questa possibilità.Vediamo qual è nel dettaglio la situazione.

Telefonate in aereo sfruttando la connessione WiFi

Telefonare in aereo diventerà possibile, in futuro. Così è stata riportata la notizia che le autorità governative degli Stati Uniti hanno deciso di dare il loro assenso all’utilizzo di telefoni cellulari, tablet o computer portatili durante il volo. In realtà, il via libera statunitense non è una novità assoluta. È arrivato infatti a un paio di anni di distanza dall’equivalente dato dall’Easa, l’agenzia europea per la sicurezza aerea. Anche allora si trattò di un assenso generico, privo di una prescrizione a carico delle compagnie aeree, che tuttora possono scegliere se dare o meno la possibilità ai passeggeri di effettuare telefonate durante i voli.

Nessun obbligo per le compagnie aeree

Secondo l’Easa e le autorità americane, le compagnie aeree devono in primo luogo verificare che l’utilizzo di dispositivi elettronici a bordo degli aerei non disturbi la strumentazione utilizzata per il volo. Per poter consentire telefonate in quota da un comune dispositivo, occorre che i velivoli siano dotati di transponder che rendano disponibile il segnale anche a quote elevate (a 10 mila metri, ad esempio, la rete telefonica tradizionale non è disponibile).

Gli obblighi per i passeggeri restano gli stessi

Ai passeggeri è in ogni caso fatto obbligo di attenersi alle indicazioni del personale della compagnia aerea: per quale che possa essere infatti l’indicazione delle agenzie per la sicurezza aerea, gli utenti sono tuttora tenuti a spegnere (o mettere in modalità “aereo”) tutti i dispositivi elettronici in loro possesso ogni qual volta ciò sia loro richiesto.
Fra le recenti indicazioni fornite dalle autorità statunitensi c’è anche quella relativa all’obbligo, da parte delle compagnie aeree, di indicare se l’utilizzo dei dispositivi e la possibilità di effettuare chiamate saranno o meno consentiti durante il volo già all’atto dell’acquisto del biglietto.

Internet in aereo, si può già fare

Proprio facendo leva sulle decisioni prese negli ultimi anni dalle autorità per la sicurezza aerea, alcune realtà si sono già attivate. Un esempio è una nota compagnia telefonica italiana, che propone un vero e proprio “roaming aeronautico” che consente di effettuare telefonate in volo. Lufthansa fa notare sul proprio sito che “i passeggeri che a bordo desiderano utilizzare il proprio smartphone, tablet e altre apparecchiature elettroniche mobili su tutti i voli non hanno più l’obbligo di spegnerli al decollo e all’atterraggio”. eDreams ha realizzato una utile infografica con le proposte WiFi delle singole compagnie aeree.

Mobile Marketing “modalità aereo”?

La butto lì, avendo la possibilità di usare una rete WiFi in volo si potrebbero attivare nuovi meccanismi di engagement con gli utenti in volo. Le app installate potrebbero offrire servizi ad hoc all’utenza che si trovano in queste specifiche condizioni.

About luca.nigro

Co-founder e responsabile Innovazione in AdKaora. Esperto e appassionato di mobile e new media con un DNA 100% digital fighter.

Check Also

multichannel marketing

L’utente è sempre più multicanale, che significa?

Attraversiamo una fase di grande cambiamento, i consumatori entrano in contatto con diversi touchpoint e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *